cosa vedere a genova
Viaggi in Italia

Cosa vedere a Genova in un weekend

Sei curioso di sapere cosa vedere a Genova? Vuoi avere una lista di quali chiese, monumenti o musei visitare?

In questo articolo troverai tutte le informazioni principali sui luoghi da visitare durante il tuo soggiorno a Genova.

Storia di Genova

Il primo insediamento cittadino avviene in un territorio che vede la presenza dell’uomo fin dalle epoche più antiche.

Nel I millennio a.C. la presenza dei Liguri, popolazione di origine mediterranea, è testimoniata su un ampio territorio dell’Italia nord-occidentale.

La stessa posizione di Genova rispetto al mare ne determina i rapporti commerciali con Fenici e Greci.

La conquista romana, soprattutto grazie alle grandi reti viarie, favorisce ulteriormente gli scambi.

Il tardo impero e l’Alto Medioevo vedono Genova dominata dai Bizantini, dai Longobardi e dai Franchi; inoltre la città è soggetta alle incursioni navali saracene e normanne.

A partire dal XI secolo Genova si afferma come una delle grandi potenze marinare del Mediterraneo.

I mercati genovesi penetrano fino in Cina e stabiliscono rapporti commerciali con le potenze dell’epoca.

La Repubblica di Genova estende progressivamente il suo dominio su tutta la Liguria e sulla Corsica e soprattutto si impone – in competizione con le altre Repubbliche Marinare – come uno dei principali porti del mediterraneo occidentale.

Dal XIV secolo la massima autorità cittadina è rappresentata dalla figura del doge, espressione del difficile equilibrio fra le varie famiglie aristocratiche che si dividono (anche urbanisticamente) la città e che talora si appoggiano – anche per lunghi periodi – ai governi stranieri con i quali intrattengono rapporti finanziari.

Nel 1528 l’alleanza tra l’ammiraglio Andrea Doria e l’impero spagnolo di Carlo V apre il cosiddetto Secolo d’Oro di Genova, caratterizzato dallo straordinario slancio dei genovesi verso gli investimenti finanziari in tutta Europa e dalla costruzione, in città, di splendide ville e palazzi nobiliari.

Il ritorno sotto l’influenza francese, a seguito della presa di Genova da parte di Luigi XIV, nel 1684, coinvolge la Repubblica nelle lotte della corona di Francia contro l’impero austriaco.

Le truppe austriache occupano Genova nel 1746.

Liberatasi grazie ad una sommossa popolare, Genova mantiene il proprio governo come Repubblica aristocratica fino al 1797 e, dopo la parentesi napoleonica, verrà annessa al Regno di Sardegna.

Monumenti

I principali monumenti di Genova da visitare sono:

  • Palazzo Doria-Tursi (Municipio)
  • Palazzo Reale
  • Porta Soprana
  • Palazzo Ducale
  • Palazzo Bianco
  • Palazzo Rosso
  • Palazzo del Principe
  • Palazzo S. Giorgio
  • Palazzo Spinola

Cosa vedere a Genova: le Chiese

Le chiese di Genova più interessanti sono le seguenti:

  • Cattedrale di S. Lorenzo
  • Matteo
  • Maria di Castello
  • Annunziata
  • Donato
  • Ambrogio
  • Giovanni di Pre’
  • Stefano

Musei

I musei di Genova più belli da visitare sono:

  • Galleria di Palazzo Bianco
  • Galleria di Palazzo Rosso
  • Museo d’arte orientale Chiossone

Acquario di Genova

Tra le cose da vedere a Genova c’è sicuramente l’Acquario.

L’Acquario di Genova, costruito nell’area del Porto Antico in occasione di Expo ’92, fu progettato per la parte esterna dall’architetto genovese Renzo Piano e per gli interni dallo statunitense Peter Chermayeff.

Il complesso è aperto al pubblico dal 15 ottobre 1993 e ogni anno accoglie una media di 1.200.000 visitatori: con i suoi 27.000 metri quadrati e le sue 70 vasche (più ulteriori 4 vasche a cielo aperto) è il più grande acquario d’Europa e uno dei luoghi culturali più frequentati d’Italia.

Le vasche, rinnovate costantemente, riproducono gli habitat del Mediterraneo e degli oceani, del polo e dei tropici, per consentire la vita e la riproduzione a più di cinquecento specie ittiche.

Il percorso espositivo dell’Acquario di Genova consente di osservare da vicino le abitudini segrete di pesci, molluschi, squali, delfini, meduse, ma anche di molti altri animali quali coccodrilli, rane, serpenti, pinguini e foche.

L’attività dell’acquario mira a sensibilizzare il pubblico alla conservazione e gestione razionale degli ambienti acquatici.

Particolare attenzione viene dedicata al mondo della scuola, con attività didattiche e itinerari guidati adatti alle scolaresche di tutti i livelli.

Il continuo aggiornamento scientifico si avvale di studi, collegamenti e confronti con le maggiori università italiane e straniere e con i più importanti centri di ricerca sugli ambienti e sulla vita marina di tutto il mondo.

Orari Acquario di Genova

dalle 9:00 alle 20:00 ultimo ingresso alle 18:00