Quali sono le cause che possono portare ad annullare un viaggio

Quali sono le cause che possono portare ad annullare un viaggio

Ci sono un’infinità di imprevisti che possono accadere nel corso di una vita, ecco perché quando si progetta una vacanza – magari lunga molti giorni o dall’altra parte del mondo – è bene sondare il web alla ricerca della migliore polizza annullamento viaggio. Le motivazioni in grado di portare a cancellare la partenza possono essere varie, imprevedibili o del tutto particolari. E’ necessario prevenire e proteggersi da eventi spiacevoli, usufruendo di quegli strumenti che consentono di ottenere nel giro di poco tempo risarcimenti totali oppure parziali. In genere si annulla un viaggio per motivi di lavoro oppure di salute ma anche nel caso di una gravidanza inattesa. Vediamo nel dettaglio come ci si comporta, tenendo presente che si potrà per esempio trovare l’assicurazione viaggio su Traveleasy, portale che offre la possibilità di ottenere rapidamente preventivi sia per un viaggio singolo che con formula annuale.

Motivi di lavoro

Tra le formule più richieste di assicurazione a copertura del rischio di annullamento viaggio c’è quella relativa ai motivi di lavoro. Gli eventi negativi possibili in tal senso sono numerosi, si va dal cambio di impiego che fa saltare le ferie precedentemente programmate a quello in cui – a causa di imprevisti legati all’azienda – si deve far slittare il periodo di riposo. Capita spesso che un viaggio venga annullato pure nel caso in cui il lavoro lo si sia perso (con una conseguente diminuzione della personale capacità economica). Sarà comunque utile precisare come la copertura di norma non si attivi nel caso in cui la perdita del lavoro dipenda dall’assicurato, cioè nel caso in cui le dimissioni siano state volontarie.

Motivi di salute

Probabilmente, la polizza in caso di annullamento viaggio più richiesta è però quella relativa ai motivi di salute. Appartengono generalmente a questa sfera, infatti, gli eventi che possono portare più di frequente a rinunciare alla partenza (oppure a interrompere all’improvviso la vacanza). Ad essere coperte sono eventualità molto diverse, per esempio una malattia oppure un infortunio, così come anche la necessità di sottoporsi a un intervento del tutto imprevisto. Pure la malattia di un figlio può essere causa di annullamento di un viaggio. Attenzione però, perché sono anche presenti molte cause di esclusione sempre relativamente alla sfera della salute. Per esempio, nel caso in cui il problema risulti essere di tipo cronico, l’assicurato non potrà beneficiare della copertura (magari era già a conoscenza del problema ancor prima di prenotare e di sottoscrivere la polizza assicurativa). L’operatività dell’assicurazione viene esclusa anche nel caso in cui un incidente con infortunio sia stato causato dall’assicurato con dolo.

Gravidanza

Nel caso in cui una donna in stato interessante si trovi in condizioni particolari, tali da non permetterle di godersi tranquillamente la vacanza, potrà intervenire la polizza annullamento viaggio per gravidanza. Il decorso di quest’ultima generalmente è lineare, ma nel caso in cui dovessero esserci sofferenze particolari oppure un rischio di aborto – condizioni che richiedono comunque un più stretto monitoraggio dal punto di vista medico – è possibile annullare il viaggio ottenendo un rimborso. A certificare la gravidanza a rischio e relativa incompatibilità della donna a viaggiare nelle sue condizioni di salute dovrà essere un medico (alcune compagnie aeree, peraltro, non consentono l’imbarco a donne che siano alla fine del periodo di gestazione).