viaggio in Madagascar
Viaggi nel mondo

Hai in programma un viaggio in Madagascar? Ecco cosa vedere!

Vuoi unire in una sola destinazione mare, natura incontaminata e cultura? Allora puoi prendere in considerazione un viaggio in Madagascar.

Il Madagascar è la quarta isola più grande del mondo: si trova più precisamente nell’oceano Indiano, nella costa orientale dell’Africa.

A differenza di quanto comunemente si pensa, il Madagascar non è solo mare cristallino, spiagge bianchissime e luogo di immersioni nella bellissima barriera corallina, ma è un’isola che offre numerose e diverse attrazioni ai suoi visitatori.

Il Madagascar, infatti, è in particolar modo ricco di parchi nazionali dove potrai ammirare rare specie animali e vegetali, oltre che composto da numerose isole e da monumenti che assurgono a simboli della sua storia.

I parchi nazionali del Madagascar

Il Madagascar è divenuto celebre in tutto il mondo per i suoi meravigliosi parchi nazionali, dove è possibile ammirare numerose specie sia animali che vegetali uniche al mondo e presenti solamente in queste zone.

Il Parco nazionale della Montagna d’Ambra

Il primo che ti consigliamo di andare a visitare è il parco nazionale della Montagna d’Ambra: la sua caratteristica principale è quella di estendersi per più di 200 chilometri quadrati attorno ad un vulcano.

Infatti, questo stupendo parco è circondato da un lago di origine vulcanica e da numerose cascate e fiumi. Il parco può essere tranquillamente visitato a piedi, grazie a dei comodi sentieri, ed al suo ingresso è presente anche un campeggio.

Il Parco nazionale di Ranomafana

Altro incredibile parco nazionale del Madagascar è quello di Ranomafana: dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, si caratterizza per la presenza della flora e fauna tipici delle foreste pluviali.

Questo parco, inoltre, è divenuto famoso al mondo per la presenza al suo interno di ben 12 diverse specie di lemuri.

Il Parco nazionale di Marojejy

Molto affascinante è anche il parco nazionale che di Marojejy, che trae il suo nome dall’omonimo Massiccio.

Questo parco, proprio per via della sua struttura, caratterizzata da due foreste montane e due foreste pluviali, ha dato vita a diversi ecosistemi che convivono al suo interno.

Oltre che visitabile a piedi, il parco di Marojejy offre ai visitatori anche degli accampamenti dove potersi fermare la notte.

Il Parco nazionale di Andohahela

Infine, l’ultimo parco che ti consigliamo vivamente di andare a vedere è il parco nazionale di Andohahela: si tratta di un parco enorme, che si estende per quasi 800 km quadrati.

Oltre ad essere ricchissimo di uniche tipologie di flora, anche questo parco è popolato dai lemuri: se ne contano ben 13 specie diverse.

La parte orientale del parco è una foresta pluviale, mentre quella occidentale una foresta spinosa.

La caratteristica che rende questo parco così famoso è di essere l’unica area del Madagascar che possiede una foresta umida, grazie alla presenza dei monti Anosy.

Le strade da percorrere durante un viaggio in Madagascar

Ebbene sì, un luogo davvero insolito ma che in Madagascar è divenuto celebre sono proprio le sue particolari strade!

Sono soprattutto due quelle davvero imperdibili: si tratta della strada dei Baobab e la RN7.

La strada dei Baobab

La prima è divenuta un vero e proprio simbolo di questa isola: si caratterizza, infatti, per essere una strada in terra battuta rossa lunga 20 km ai cui lati potrai ammirare tantissimi Baobab alti fino a 30 metri!

La strada è aperta ai visitatori solamente da maggio a dicembre, ed in particolar modo al tramonto diventa un luogo davvero suggestivo.

La strada RN7

Molto più moderna è, invece, la RN7: si tratta di una grande strada che collega Antanarivo, la capitale del Madagascar, con la città di Tuléar.

La RN7 costituisce la Route66 del Madagascar, una vera e propria superstrada attorniata da un panorama mozzafiato, ricco di foreste, altopiani e paesi tipici di questa isola.

Le città e i monumenti del Madagascar

La capitale Antananarivo

Passando quindi a scoprire le città di questa isola, la prima da visitare è sicuramente Antananarivo, la capitale del Madagascar.

Si tratta di una vera e propria metropoli, anche piuttosto caotica, ma ricca di posti da non perdere.

La maggior parte dei monumenti più importanti sono collocati nella zona più alta della città (Haute Ville): qui potrai infatti ammirare il Palazzo Reale, una fortezza antica costruita dalla tribù Merina, il Museo Andafivaratra, che racchiude numerosi frammenti di vita della civiltà malgascia, ed il Lago Anosy.

La parte più bassa della capitale (Basse Ville), invece, ospita per lo più mercati tipici, ristoranti ed hotel.

Ambohimanga

Solamente ad una ventina di chilometri da Antananarivo potrai poi ammirare anche l’area collinare di Ambohimanga, composta da dodici sacre colline, alla sommità di una delle quali è situato il famoso Palazzo reale, tipico esempio di architettura malgascia.

Questo palazzo, infatti, in passato era abitato dal Re Andrianampoinimerina, e si caratterizza per essere stato interamente realizzato in legno, mentre le porte di ingresso e le tombe sono costruite in pietra.

Poco lontano potrai anche ammirare la dimora della regina Ranavalona I, che si caratterizza per l’influenza francese dovuta all’architetto Jean Laborde, che progettò il palazzo.