viaggio a barcellona
Viaggi in Europa

Viaggio a Barcellona

Barcellona è diventata una delle mete turistiche più amate, tanto dagli italiani quanto dagli europei.

Le strade della città brulicano di turisti ed è una situazione facilmente comprensibile, dato che c’è molto da fare, vedere e gustare in città.

Nella guida di oggi parleremo proprio di quello che c’è da fare in città, con qualche chicca che non tutti i turisti conoscono. Scoprile insieme a noi.

Las Ramblas, il punto di partenza

Sì, non è un posto dove incontrare la popolazione locale, che ormai ha completamente abbandonato Las Ramblas ai turisti.

Al contrario delle principali zone turistiche del mondo, però, Las Ramblas hanno ancora molto da offrire di autentico e di meritevole.

Anche se hai soltanto bisogno di sgranchire le gambe, vale sicuramente la pena spendere un’ora, anche soltanto per dire di esserci stati.

Dopo una piccola full immersion nello shopping, è però il momento di muoversi verso i gioielli, nascosti o meno, di questa città.

Sagrada Familia – l’incompleta

sagrada familia
La cattedrale della Sagrada Familia

La Sagrada Familia è oramai conosciuta da tutti, non solo per la sua straordinaria bellezza, ma anche per il fatto di essere forse la principale opera incompiuta del mondo.

Ad oggi, a 140 anni dall’inizio dei lavori guidati da Gaudì, è completa soltanto per i 3/4, senza che questo sia un motivo per non visitarla.

Al contrario, l’incompletezza di questa straordinaria chiesa non può che donarle ulteriore fascino.

Interessante anche il mix tra Modernismo Catalano, Art Nouveau e Tardo Gotico spagnolo.

Eclettismo che risulta in una struttura di impressionante bellezza.

 

Casa Milà

gaudi casa milà
Casa Milà

Gli abitanti locali la chiamano “La Pedrera” ed è il secondo incredibile edificio lasciato in eredità da

Antoni Gaudì nella capitale catalana.

È parte dei siti UNESCO ed è il quarto degli edifici di Gaudì situati su Passeig de Gràcia.

Sicuramente da visitare, anche per chi non è un grande appassionato di architettura.

Per chi vuole un mercato catalano vero: La Boqueria

la bouqueria
Il mercato de La Bouqueria

Se Las Ramblas non ti hanno soddisfatto (e ti capiremmo, si sta uniformando sempre di più alle strade turistiche di mezzo mondo), può essere interessante un salto a La Boqueria, il mercato principale di Barcellona sin dai tempi medievali.

Copertura in acciaio e vetro del 1914 e migliaia di venditori di specialità gastronomiche e tanto altro.

Il nostro consiglio? Dedica 10 minuti ad un caffè in uno dei locali di quest’area per vivere la vera vita catalana.

Per gli amanti dell’arte: Fundaciò Joan Mirò

Joan Mirò è forse l’artista catalano più importante dopo Gaudì e Barcellona non poteva dedicargli un intero museo.

Un’incredibile armonia tra la struttura architettonica e le opere che ospita.

È possibile anche visitare mostre temporanee della migliore arte del ventesimo e del ventunesimo secolo.

Palau de la Musica Catalana

Una delle più belle concert hall del mondo.

Anche questa parte dei siti UNESCO, donata alla città da uno dei più popolari industriali del paese.

Segno inoltre che Gaudì ebbe a che fare con altri mostri dell’architettura durante i suoi tempi, mostri che rispondono al nome, per citarne uno, di LLuis Domenech i Montaner.

La sala è semplicemente incredibile e ospita ancora concerti operistici e musica popolare.

I più fortunati potranno anche assistere ad uno spettacolo.

I biglietti hanno costi contenuti – fortemente consigliato!

Tapas, snack, bar

La Catalogna è anche un luogo ideale per gli appassionati di cose buone da mangiare e bere.

Le Tapas sono qui molto popolari, e si potrebbe rimanere in città anche senza consumare mai un pasto completo.

Di posti per mangiare e bere bene la città ne è semplicemente piena.

Prendetevi il vostro tempo per scegliere quelle a voi più congeniali.

Un po’ fuori dalla città: Gràcia

Hai bisogno di qualche ora di relax, lontano possibilmente dal caos di una città enorme e affollata come Barcellona?

Il nostro consiglio, e questa è una chicca che non tutti conoscono, è di visitare Gracià, ormai inglobata all’interno della città metropolitana, ma ancora idealmente e fisicamente abbastanza separata.

Vicoli, piazze rilassanti, ottimi caffè. Tutto quello di cui hai bisogno per riposarti un po’.

Il tempio del calcio moderno: il Camp Nou

camp nou
Lo stadio Camp Nou

Anche chi non ama il calcio dovrebbe considerare una visita al Camp Nou, magari in occasione di un big match.

L’atmosfera è semplicemente unica, per una struttura da quasi 100.000 posti che va per il tutto esaurito per ogni match casalingo dei blaugrana.

Per chi è molto appassionato di calcio è anche possibile andare visitare il museo del Barcellona con un tour guidato.