5 cose da vedere a bratislava
Viaggi in Europa

5 cose da vedere a Bratislava

La Capitale della Slovacchia

Bratislava è la città, nonché la capitale, più grande della Slovacchia. Il suo nome deriva da un concorso pubblico indetto dallo stato nell’anno 1919 per affidarle un nome in lingua slovacca.

Originariamente infatti, quando era la capitale del Regno d’Ungheria sotto il regno asburgico, Bratislava possedeva il nome tedesco di Pressburg. Nonostante il nome sia cambiato da più di un secolo, la vicina Austria continua a denominarla Pressburg.

Bratislava è un punto molto strategico per chi viaggia e ha intenzione di visitare più mete perché si trova a soli 60 chilometri da Vienna, 200 chilometri da Budapest e 300 chilometri da Praga.

Questa sua vicinanza alle altre importanti città dell’est non le toglie comunque la bellezza intrinseca che la caratterizza. Bratislava infatti è una città molto pulita, ordinata, giovane e piena di cose da vedere.

Questo articolo si propone di illustrarvi alcune delle attrazioni che non potete assolutamente perdere se visitate Bratislava.

1) Il castello di Bratislava e il Ponte nuovo (Nový Most)

Il castello di Bratislava rappresenta il monumento più importante di tutta la città. Anche la sua posizione gli conferisce una sorta di orgogliosa imposizione in quanto sorge sulla sommità di una collina che sovrasta tutta la città.

La storia del Castello

Questa locazione permette al castello di Bratislava di essere individuato praticamente da ogni punto della città sottostante. Il Castello di Bratislava ha una lunghissima storia travagliata che parte dall’età della pietra e si snoda nei secoli tra distruzioni e ricostruzioni di differenti domini.

Il Castello ha subito dei restauri che hanno abbracciato vari stili architettonici dal gotico al barocco all’arte rinascimentale e nel 1800 è stato distrutto quasi completamente da vari incendi.

È il 1993 l’anno della vera svolta per il Castello di Bratislava il quale viene totalmente ricostruito e gli viene affidato il prestigioso incarico di sede rappresentativa del Parlamento slovacco.

Raggiungere il castello

Per raggiungere il Castello di Bratislava dalla città è possibile percorrere un tragitto a piedi che sale dalla Città Vecchia oppure utilizzare gli autobus numero 203 o 207.

Quando andare

Il Castello è visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 9:00 alle ore 17:00 mentre il lunedì è il giorno di chiusura. Il costo per una visita al Castello è di 2 euro per gli adulti e 1,33 euro per i bambini, i ragazzi e gli studenti.

Il Ponte nuovo

Se dal castello si percorre via Zidovska si raggiunge ciò che rimane del quartiere ebraico, in gran parte distrutto per costruire il Ponte Nuovo. Il Ponte Nuovo si affaccia sul Danubio e collega la parte vecchia della città alla parte nuova.

Gli abitanti di Bratislava chiamano il Ponte Nuovo navicella ufo ed è infatti una struttura che richiama una forte avanguardia architettonica. Tramite un ascensore panoramico è possibile godere di una vista mozzafiato della città e ristorarsi al bellissimo (ma non molto economico) ristorante alla sommità della navicella ufo.

Il quartiere ebraico

Il quartiere ebraico è una meta peculiare perché ospita un’interessante attrazione in stile rococò, chiamata la casa più stretta dell’Europa centrale, all’interno della quale si trova il Museo degli orologi.

2) La cattedrale di San Martino a Bratislava

La cattedrale di San Martino è la chiesa più importante di Bratislava. La cattedrale ha uno stile gotico e sorge sui resti di una precedente ed antica chiesa romana.

La chiesa dei re

Questa chiesa è stata la protagonista assoluta delle incoronazioni dei re ungheresi durante il Regno d’Ungheria. Alla sommità del campanile di 85 metri di altezza si trova infatti la fedele riproduzione di una corona ungherese di circa 300 chili che poggia su un cuscino dorato di più di 2 metri.

All’interno la chiesa si struttura in tre navate e ospita le riproduzioni in piombo di San Martino intento a donare una parte del suo mantello ad un mendicante.

Le catacombe

Meritano una visita accurata il portone in rilievo della chiesa e le catacombe nei sotterranei. La chiesa è facilmente raggiungibile a piedi in quanto è in pieno centro storico ed è visitabile in base al periodo dell’anno

Quando andare

Da aprile a ottobre è infatti visitabile da lunedì a sabato dalle ore 9:00 alle ore 11:30 e dalle ore 13:00 alle ore 17:00 mentre la domenica dalle ore 13:30 alle ore 16:00; da novembre a marzo invece è visitabile da lunedì a sabato dalle ore 9:00 alle ore 11:30 e dalle ore 13:00 alle ore 16:00 mentre domenica dalle ore 13:30 alle ore 16:00.

Il costo della visita è di 2 euro.

3) La chiesa blu di Bratislava

Un’altra interessantissima e peculiare chiesa di Bratislava è la chiesa blu. Il nome della chiesa non è casuale: l’esterno del perimetro e della facciata infatti è caratterizzato da un colore azzurro turchese.

La chiesa è consacrata a Santa Elisabetta d’Ungheria che visse per molto tempo nel Castello di Bratislava La strana scelta di colore è sinonimo dello stile artistico Art Nouveau che è presente sia nella struttura della chiesa sia nelle case adiacenti ad essa.

Il colore turchese conferisce alla chiesa un aspetto quasi irreale come se fosse stata direttamente catapultata fuori da un libro di fiabe. Raggiungerla è facilissimo anche a piedi perché si trova nel centro storico, ma è possibile prendere anche il tram numero 13.

Le visite si possono effettuare tutti i giorni dalle ore 11:00 alle ore 18:00 e sono gratuite.

4) Il Palazzo Grassalkovich di Bratislava

Il Palazzo Grassalkovich è sicuramente il palazzo più bello di tutta Bratislava e rappresenta la sede del Presidente della Repubblica Slovacca. Il Palazzo fu edificato nel 1760 come residenza estiva del conte che gli dà il nome Anton Grassalkovich il quale fu un intimo consigliere della regina Maria Teresa d’Austria, imperatrice dell’Impero Austro-Ungarico.

Lo stile

L’edificio è in stile barocco e consta di più di un centinaio di stanze finemente arredate, nonchè di un regale scalone che ne fa da protagonista. Anche l’esterno del palazzo con i suoi giardini in stile francese con panchine, prati e statue merita senza dubbio una visita.

Purtroppo l’interno del palazzo non è visitabile, ma è molto interessante presenziare al cambio della guardia che si effettua alle ore 13:00.

Quando andare

Il parco invece è visitabile da gennaio a marzo: tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 19:00; da aprile a maggio: tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 20:00; da giugno a settembre: tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 22:00; da ottobre a dicembre: tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 19:00.

5) Le statue in bronzo di Bratislava

Un’altra peculiare attrazione di Bratislava consiste nelle statue in bronzo sparse per tutto il centro della città. Tra le più simpatiche troviamo Cumil il guardone che è una vera e propria statua di un uomo che fa capolino da un tombino, il soldato napoleonico che attende il ritorno del suo comandante appoggiato ad una panchina, il paparazzo o schernitore che sogghigna da una finestra osservando i passanti.

La statua di Andersen

Una delle statue è dedicata al magico scrittore di favole Andersen per aver scritto proprio a Bratislava la sua famosissima piccola fiammiferaia e un’altra al barone di Munchausen ritratto seduto su una palla di cannone incastonata nel muro di un palazzo.

L’obiettivo di queste statue è molto nobile e nasce dall’esigenza di riqualificare in qualche modo la città dopo la caduta del Comunismo. Da allora comunque costituiscono un’attrazione molto apprezzata e ricercata e non è raro che ogni tanto ne compaia qualcuna nuova da ammirare.